Chi Sono

Salve, mi chiamo Giancarlo Maria Paolucci, nato il 14 agosto 1947 nel piccolo paese di montagna Valle di Cadore – Belluno. Oggi so che dal momento della mia nascita , come ogni ad persona, mi sono stati „assegnati“ tre Patroni protettori = Angeli custodi che „ si manifestano anche con vibrazioni cromatiche“ e sono : il 1. REYEL, é „addetto“ al mio corpo fisico, il 2. JABAMIAH, é „addetto“ al mio corpo emozionale, il 3. DANIELE che é „addetto“ al mio livello spirituale; MOSÈ é il mio MAESTRO la mia GUIDA SPIRITUALE. Queste informazioni mi furono fornite nel 1994 a Berlino da un Medium veggente durante la mia **Cronaca dell´Akasha, con documentazione registrata sul nastro = **La spirituale memoria dell´universo ove tutto viene „registrato“. In questo mio sito a tempo debito troverete delucidanti informazioni su che cosa s´intende e chi sono in realtá gli angeli custodi. Quando li contatto, li chiamo „cari amici miei“ e loro rispondono all´uninsono „nostro amato piccolo“. Essi sono i miei „consiglieri“ nel momento di bisogno, quí devo specificare che i nostri protettori non s´intromettono mai se non li contattiamo noi per primi perché anche loro devono, secondo la Legge Universale, rispettare il nostro libero arbitrio, eccetto in speciali situazioni in cui ricevono „ordini superiori“! Ecco come si spiega il „ Bussate e vi sará aperto“. Cara lettrice, caro lettore, libero pensatore tutto ció che andrai a trovare su questa HP é stato realizzato sotto il loro suggerimento – la mia iniziativa di voler capire ed approfondire il sapere é stata „guidata“ verso le fonti imformative che hanno mi portato alla realizzazione di questo sito.

Discendendo da una “aristocratica e credente famiglia cattolica, mia madre mi educó piuttosto severamente – giá all´etá di 9 anni desideravo fare il missionario gesuita – per questo motivo frequentai per diverso tempo diversi seminari di quest´ordine, che poi alla fine interruppi perché non mi ci trovavo a mio agio. Oggi ne conosco il motivo! All´etá di 15,5 anni per motivi familiari dovetti abbandonare gli studi ed emigrare in Germania, cosí inizió un nuovo e decisivo capitolo della mia vita. Dopo 6 mesi venne a mancare la mia adorata mamma e dopoché mio padre fece perdere le sue tracce, fui costretto a prendermi cura delle mie due piú giovani sorelle (il tribunale assegnó loro un tutore e vennero ospitate in un orfanatrofio). Fino alla loro maggiore etá il mio sostegno dovette essere „solamente“ sul livello economico, pagare scuole, libri, vestiti etc. In realtá divenni in giovane etá un capofamiglia nonostante il fatto che praticamente tutti e tre vivemmo lontani tra noi.

Per quanto riguarda il mio sviluppo personale, in questa lontana terra straniera dovetti imparare velocemente a comprendere che cosa significasse ORDINE e DISCIPLINA, non ci volle molto per capire quale fosse il mio principale compito in questa nazione: detto volgarmente FARE SOLDI! Questa realtá non mi lasció il tempo ne per sognare ne per capire sotto tutti gli aspetti il significato della pubertá e della vita che dovevo da solo affrontare. Quella fú la mia „iniziazione“ nella brutale realtá della vita. A seguito dell´enorme carico di lavoro a cui io stesso mi ero sottoposto per raggiungere il mio scopo e che mi portó giá in giovane etá autodidatticamente alla autonomia professionale, non trovai piú il tempo necessario per frequentare il luogo dove cercavo supporto, la messa domenicale. Nonostante io non fossi mai stato estremamente devoto avevo tuttavia un forte legame con la religione e le sue regole percui giá da giovanissimo imparai ad essere ubbidiente ed ad accettare che il misterioso/mistico fosse una realtá della Fede. Ma con gli anni, per quanto riguarda la silenziosa accettanza, ci fú in me un protratto conflitto alla quale io non volevo ne sottostare ne dal quale non potevo piú farmi soggiogare. Dopo essermi sposato nacque il mio unico figlio, con il supporto di mia moglie ricominciai per un breve periodo a pensare al senso della vita. Col passare degli anni peró la passione per la mia professione gastronomica mi fece approdare a Berlino ove raggiunsi livelli altissimi. L´acquisita reputazione ed il corrispondente successo economico fecero crescere in me in modo talmente esagerato il mio Ego, che ne divenni schiavo. Stranamente piú cresceva la mia „reputazione e gloria“ in questo settore gastronomico ancor piú aumentava in me il desiderio di sfondare il tetto dei tetti, il ché mi fece perdere il controllo dei miei limiti. Con la conseguenza che persi il rispetto umano verso i miei subalterni e dipendenti, li ritenevo delle macchine che dovevano funzionare e dato che io ero il primo a „tirare il carro“ senza risparmio, altrettanto pretendevo da loro. Che follia! Avendo l´assoluta egemonia su tutto e tutti caddi nei vizi che questa professione comporta. Alla fine al colmo del successo mi ammalai – che sfortuna, pensai!?

Ora per ri-spiegare la metamorfosi a cui fui soggetto devo brevemente riepilogare tutto dall´inizio: la necessitá mi portó da giovanissimo all´estero con una grande responsabilitá. Quí feci la conoscenza con il denaro. La voglia di guadagnare esplose con il successo. Da giovane mite divenni quasi un robot perdendo il senso del limite. La mia educazione religiosa si affievolí sempre piú. Poi ci fú il momento della svolta a Berlino. Proprio quí dove il mio successo si concretizzó, ci fu la mia caduta fisica. Questa mia caduta fu la mia salvezza, proprio a Berlino! Supportato in modo esemplare dalla forza di volontá, abnegazione e consigli di mia moglie nonché l´aiuto della medicina alternativa avvenne la svolta decisiva verso il terzo capitolo della mia vita.

Durante il periodo della „mia obbligatoria convalescenza“ ebbi tempo sufficiente per riflettere su molte cose, partendo dal passato – dalla mia giovinezza – al difficile momento che stavo attraversando. Ma i seguenti positivi cambiamenti in tutto la mia „esistenza“ mi „trasportarono“ in una nuova, piú limpida consapevolezza che tuttavia mi procuró anche molte nuove domande che mi catapultarono ancor piú intensamente alla ricerca di „INFORMAZIONI“ sul vero senso della vita. Di colpo mi balenarono nella mente moltissime domande alle quali sentivo di dover dare risposte il piú presto possibile. Domande che per troppo tempo erano rimaste „soppresse“ nella profonda oscuritá del mio essere e che ora stavano riemergendo, domande come: Perché sono quá? Io chi sono veramente? esiste l´anima? Se sí dov´é? Che cosa succede dopo la morte? Ma se ho un´anima cosa le accade? Da dove vengo e dove vado dopo la mia morte?Che cosa succede ai criminali ed a coloro che fanno del male e che riescono a farla franca di fronte alla giustizia terrena? Esiste veramente l´inferno, il paradiso? Se DIO esiste perché permette tante ingiustizie? Perché da piccolo volevo assolutamente fare il missionario? Certamente non potevano mancare semplici ma sincere domande su: Se fosse vero che Adamo ed Eva furono le prime persone sulla Terra ed i nostri progenitori nel „Giardino del EDEN“– come testualmente citato nella BIBBIA, allora non ci fú dall´inizio un mega incesto? Quest´inizio della storia umana non é per sé giá un mega peccato? A questa domanda risposi subito con determinazione : Questa non é la veritá! E poi: Corrisponde a veritá che Maria ebbe „un´immacolata concessione“? Gesú era sposato? Maria, apparve veramente LEI come ufficialmente testimoniato da parte della Chiesa? Com´é possibile che ci siano cosí soventi „apparizioni“ e messaggi come a Medjougorje? Il PAPA é veramente il Vicario di Cristo? Esistono veramente i Santi? Com´é possibile che Padre Pio sia stato dichiarato „Santo“ nonostante fosse un psicopatico che ordinava segretamente da un farmacista di fiducia, „sostanze caustiche che procuravano sanguinose bruciature e lesioni sulla pelle“ come la veratina e l´acido fenico? Se diamo uno sguardo ai peggiori Papi dei tempi remoti della Chiesa per esempio: Stefano VI, Alessandro VI ( Rodrigo Borgia), Leone X, Sergio III, Bonifacio VIII, Giulio II, Giovanni XII, molti di loro proclamarono (per interesse) diversi Santi; Com´é possibile? Non é ragionevole chiedersi se un „umano“ possa veramente beatificare o dichiarare Santo un´altro umano?

Quindi dato che „ i miracoli“ sono spesso testimoniati, la domanda é : „Da chi vengono effettuati e perché? Se poi usciamo dalla nostra „ottica terrestre“ e ci chiediamo se il nostro pianeta sia l´unico ad essere abitato nel cosmo non possiamo rispondere che tutto l´universo sarebbe uno spreco di spazio e tempo? Allora ecco che fuoriescono ulteriori domande come : Ma la BIBBIA non ne parla forse? Se ci sono altre civiltá oltre alla nostra nell´universo, corrisponde a veritá il fatto che sono stati documentati molteplici avvistamenti di „oggetti volanti“ – „disegnati“ anche in grotte preistoriche? Perché non viene ufficialmente pubblicato come sono state e per quale scopo furono costruite veramente le piramidi? Perché il Vaticano tace? Il Vaticano lo sa benissimo perché anche pontefici e capi di stato (il Presidente americano Eisenhower p.esempio.) furono nel recente passato testimoni oculari e contattati da extraterrestri, non per nulla Papa PIO XII a suo tempo chiese a Monsignor Montini – poi anche lui eletto quale PAPA PIO VI !!! – di organizzare un servizio di informazioni (segreto) del Vaticano = IL S.I.V. vedi documentazione „Secretum Omega“. Anche per questo é bene ricordare che il Vaticano possiede negli Stati Uniti uno tra i piú potenti osservatori del mondo finanziato dal Vaticano stesso e sotto la direzione del Ordine dei Gesuiti!!!, ovvero esattamente sul Monte Graham in Arizona, il VATT = Vatican Advanced Technology Telescope con la cooperazione dell´Universitá di questo Stato, ma se andiamo indietro nel tempo giá nel 1891 Papa LEONE XIII istituí la SPECOLA VATICANA, primo osservatorio papale. Secondo voi per quale motivo?

A queste ed altre domande non ottenni risposta da parte di chi pensavo ne sapesse di piú. A questo punto mi ritornó in mente ció che ci fu insegnato durante le lezioni di catechismo : „ L´uomo ha una mente limitata, per questo motivo non puó comprendere ció che é superiore a lui… egli, da buon cristiano, deve pertanto credere e ubbidire agli insegnamenti della Chiesa poiché tutti i suoi rappresentanti – a partire dai sacerdoti – da „iniziati“ sanno “. Non ricevendo risposte, in questo stato d´insicurezza mi parve di essere come un apprendista che va dal maestro a chiedere istruzioni e lui non sa risponde in merito.

Dopo quanto „vissuto“ fino in quel momento ed in seguito alla totale confusione in cui ero caduto, dissi ora basta! Questo fu il motivo che mi spinse a cercare. E come é noto dai tempi che furono, ecco che „ Chi cerca trova“! Scoprii che ci sono molteplici prove documentate che dimostrano come la BIBBIA, il libro storico religioso e per noi cristiani il fondamento su cui é basata la nostra FEDE, sia stata durante i secoli piú volte corretta, dico „modificata“ per non usare un verbo piú duro da digerire! Inizialmente venni assalito da una forte tristezza e sconforto poi peró iniziai a sorridere perché avevo trovato molte delle risposte che cercavo. Quí sotto alcune delle fonti che ho trovato partendo giá dal : – Consiglio di Nicea svoltosi nel 325 dopo Cristo e convocato, guarda un pó, dall´imperatore Costantino 1. – poi nel Codex Sinaiticus di Costantino von Tischendorf – nel Codex Syriacus, anche con documentazioni fotografichen delle gemelle Smith – ma soprattutto nel*** Codex Lenigradensis dai cui testi scritti su pergamena in lingua masoterica – furono copiati dall´ originale dal maestro masoterico ‚Ahrōn ben Mōšeh ben ‚Āšêr e nei quali si parla della reincarnazione e resi noti nel 1008 (vedi anche i manoscritti di QUMRAN trovati in grotte- Mar morto)– nel Codex Washintonensis acquistato nel 1906 da  Charles L. Freer. ATTENZIONE ***Tutte le BIBBIE esistenti al giorno d´oggi derivano dalla BIBBIA ebraica scritta secondo il codice masoretico di Leningrado, codice biblico piú antico universalmente riconosciuto, accettato ed elaborato tra il 6 al 9 secolo dopo Cristo dai Masoreti, I Custodi della Tradizione, della scuola di Tiberiade. da cui sono tratte le BIBBIE che tutti noi abbiamo in casa .

CONCLUSIONE : Possiamo veramente credere a quanto ci é stato insegnato perché tratto dal „LIBRO DEI LIBRI?“

Cara lettrice, caro lettore adesso come vi sentite? Non c´é da disperarsi nel scoprire che si é stati ingannati da parte teologica? A questo punto non voglio proseguire con ulteriori tematiche riguardo l´esistenza nell´universo di altre civiltá molto piú avanzate della nostra. Su questo argomento, se volete, troverete in questo mio sito un´infinitá di informazioni sotto il titolo „Il SAPERE proveniente dal COSMO. Arrivati a questo punto non é forse lecito e piú che comprensibile che un´anima „assetata“ di sapere si metta indipendentemente in cammino per cercare la veritá?

A queste domande dovetti trovare da solo ed a modo mio una valida risposta che mi potesse spiegare la meravigliosa esperienza sul profondo significato dei PERCHÈ, sul perché della nostra vita. Scoprire che proprio nei momenti piú brutti ed oscuri c´é sempre un spiraglio di luce che ci indica la via, soprattutto capire da dove essa provenga. Quí concludo l´intermezzo.

Da tempo immemorabile ho amato, non importa dove fossi, oggi piú di prima a pregare in silenzio spontaneamente. Dato che il PADRE NOSTRO fú ed tuttora é la mia preghiera preferita, dopo la mia guarigione – prima non trovavo mai il tempo per farlo ma in veritá come potevo farlo se mi ero completamente „chiuso in una botte“? – iniziai ad avere sempre piú spesso difficoltá con l´incompatibilitá tra la mia nuova acquisita comprensione e la formulazione :

PADRE NOSTRO……non c´indurre in tentazione ma liberaci dal male“

E pensai, qua qualcosa non tornava, oppure sbagliavo io a capire? Ma forse viene inteso qualcos´altro…? E poi se fosse cosí, perché tanto mistero? Eppure da millenni tutti pregano in questo modo, soprattutto i “Padri“ della Chiesa. È possibile che nessuno se ne sia mai accorto? Inoltre ancora un´altra cosa non combaciava con la mia comprensione : 1) Che la BIBBIA – che dovrebbe manifestare la BONTÀ – la GLORIA dello SPLENDORE di DIO nella persona di GESÙ CRISTO, fosse scitta inizialmente in un LIBRO NERO. 2) Se la religione é l´espressione della Grandezza dell´AMORE di DIO e se l´AMORE é GIOIA perché i „cosí chiamati rappresentanti di DIO sono sempre vestiti in nero? Il nero non é forse un colore che porta tristezza e negativitá? 3) La messa domenicale non dovrebbe essere l´incontro di gioiose anime in un ambiente libero e carico di energie positive invece di coinvolgere i fedeli in una misteriosa e pesante atmosfera? 4) Perché i rispettivi i testi nei Vangeli, Epistole etc. non vengono spiegati integralmente secondo il concetto di chi li ha scritti ed in un linguaggio comprensibile a tutti?

Puó sembrare banale ma d´un colpo sentii il peso di queste parole rimbombanti nella mente che provocarono un enorme spiacevole pressione anche nel petto. Sospinto da una voce interiore, improvvisamente percepii un conciso bisogno di mettermi alla ricerca della veritá. Non volli piú in nessun modo continuare a ripetere come un papagallo preghiere, formulazioni senza riflettere! Dissi basta, ora voglio essere conscio di ció che faccio ed essere convinto di ció che formulo. Questo fu l´inizio di un meraviglioso viaggio che mi fece mettere sempre piú luce dietro i segreti della vita e mi diede quelle (medianiche) indicazioni necessarie per rivelarmi il significato della nostra esistenza terrena. Su questo mio conflitto interiore ed altri temi ne parlai anche con diversi sacerdoti, ma purtroppo questa tematica non fu da loro veramente percepita seriamente e perció non mi seppero dare esaurienti risposte. Carissimi, oggi posso affermare che ne conosco il perché! Oggi so pure che anche le preghierte sono dei MANTRA e che l´energie dei MANTRA hanno un grande effetto sul nostro sviluppo olistico e sulla nostra esistenza.

Ció che tu cara lettrice, caro lettore andrai a leggere in questa mia HP con molta probabilitá ti potrá inizialmente sconvolgere ma sappi che é il documentato risultato di questa mia esperienza, un viaggio che non é ancora completato anzi è appena iniziato. Io ti auguro profondamente molto successo con quello che andrai a scoprire pregandoti, nonostante tutte le informazioni, di rimanere sempre INDIPENDENTE nelle tue decisioni e utilizzare la tua logica ed ascoltare il linguaggio che proviene dal tuo interiore. Facendo il primo passo in questa direzione vedrai che verrai aiutata/o e supportata/o ed indirizzata/o dall`“ALTO“. Sappi che noi non siamo e non veniamo mai lasciati soli e soprattutto non devi assolutamente dimenticare che la veritá é semplice da comprendere;

La veritá va sempre a braccetto con l´intelletto ed il cuore

Noi siamo ció che pensiamo.. Tutto ció che noi siamo, nasce dai nostri pensieri Con i nostri pensieri formiamo il mondo“ -Buddha- Il potere del pensiero formulato Fai attenzione ai tuoi pensieri, perché diventano parole.
Fai attenzione alle tue parole, perché diventano azioni. Fai attenzione alle tue azioni, perché diventano abitudini.
Fai attenzione alle tue abitudini, perché diventano il tuo carattere.
Fai attenzione al tuo carattere, perché diventa il tuo destino. Fonte:  –Un antico detto cinese

Concludendo, aggiungo che mi sono fatto molti „pensieri“ e posto molte domande sul „pensare“ a cui dopo quanto appreso, oggi rispondo in questo modo:

Il pensare é un ponte tra il non sapere ed il sapere. Nel momento che so non ho piú bisogno di pensare. Perció continuo ad agire, operare e procedere sicuro di me, perché la strada é libera per crescere anche spiritualmente.“

Ergo: Carpe Diem

Come GESÙ disse, anche nel Vangelo di Giovanni e sopra l´entrata dell´oracolo di Delfi c´é scritto: ”  CERCA LA VERITÀ, TI RENDERÀ LIBERO” nel lasciarti alla tua, come spero, illuminante lettura aggiungo che:

Credere non é sufficiente, bisogna sapere!“

da anima ad anima salutando DIO, LO SPIRITO CREATORE

ti auguro di cuore BUON CAMMINO verso la LUCE

Giancarlo M. Paolucci